Piantato su un caratteristico colle, a pochissimi chilometri dalla costa Tirrenica, sorge l’abitato di Tripi, uno dei più antichi e suggestivi borghi dell’area nebroidea, centro tranquillo e appartato, ricco di storia e tradizioni.

Il paese è circondato da monti maestosi, mentre dall’alto del colle che sovrasta l’abitato, dove si trovano i ruderi di un antichissimo castello, si può ammirare un maestoso e suggestivo paesaggio.

Dal versante della marina si apre la distesa del Tirreno, col promontorio di Tindari, Capo Milazzo e le incantevoli Isole Eolie; a sud-ovest, è di scena l’Etna.

Distese di uliveti, vigneti, alberi di querce, mandorli, noci e agrumi fanno da cornice al piccolo centro collinare e si estendono, accompagnati da una lussureggiante ginestra, verso Campogrande.

Seguendo un sentiero non molto disagevole, si possono raggiungere anche i corsi d’acqua, che lambiscono la base del cono montuoso di Tripi.

Gli alvei dei ruscelli, in alcuni punti, dove l’acqua è più bassa e affiorano le rocce, possono essere attraversati e si può godere della bellezza della natura ancora incontaminata.

La naturale bellezza artistico-architettonica, derivante da un passato di gloriosi fasti e dalla posizione geografica che lo pone al crocevia tra i monti nebroidei e la costa tirrenica, rende Tripi tra i borghi più antichi e suggestivi della penisola italiana.

E' in questo meraviglioso contesto che lo staff di Fontana Regina desidera ospitarVi per gustare la tradizione dell'antica cucina siciliana riproposta con originalità.

   
    
 
Visitatori on line
10
Visite Totali
nd